mercoledì 29 agosto 2012

Dell'utilità del petto di pollo

L'omonimo mutandaro, in un post dallo stesso titolo, sostiene che l'unica cosa positiva del petto di pollo è che ci si può fare del buon compost.
Voglio molto bene al mistro, e mi duole essere in disaccordo con lui, però trovo che petto di pollo, adeguatamente preparato, sia una pietanza tutt'altro che disprezzabile.
Ad esempio: se prendo un petto di pollo, lo taglio a pezzetti, lo infarino, lo rosolo nel burro, gli aggiungo delle mandorle affettate e un buon quarto di brodo addizionato con una generosa quantità di curry, riesco ad ottenere un delizioso manicaretto.
No, segnalare che anche la carta assorbente, preparata in questo modo, sarebbe mangiabile, non è un modo di argomentare corretto.
Si consiglia di accompagnarlo con del riso lesso condito con olio. Il pollo. Non la carta assorbente.

6 commenti:

  1. Lo proverò :) ricordo ancora una tua profumatissima ricetta con un pane grattuggiato e aglio e aromi per fare la panatura che dava un profumo da fine del mondo... propongo anche una salsetta al refosco e scorza di arancio ma non ho capito bene come farla , per adesso l'ho solo mangiata :) M

    RispondiElimina
    Risposte
    1. male. torna quando saprai come si prepara.

      Elimina
  2. Epperò con la carta assorbente non ci puoi fare il compost!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. temo tu abbia torto anche in questo caso :)

      Elimina
    2. vabbé ma vuoi mettere l'apporto nutritivo? :)

      (bella Aint Talkin' Bout Love)

      Elimina
    3. però la carta assorbente può essere utile in altri ambiti gastrointestinali. tipo crusca, intendo.
      (probabilmente tratto dall'unico album ascoltabile dei van halen)

      Elimina