giovedì 22 aprile 2010

Come in un film

Io e le chiavi abbiamo un rapporto difficile. Ho l'insana tendenza a chiudere le porte lasciando dall'altra parte l'indispensabile oggetto atto ad aprirle. Ci sarà sicuramente un perchè profondo, un qualche trauma infantile sepolto, lo zampino di un subconscio dispettoso, ma non sono ancora riuscito a venirne a capo.
E così stamattina è successo di nuovo: sono uscito a comperare il latte e mi sono chiuso fuori.
Lo ammetto: abbattere la porta con un calcio ben assestato è stato alquanto spettacolare, ma adesso mi tocca di ripararla...

6 commenti:

  1. ti spedisco la copia da seppellire in giardino

    RispondiElimina
  2. grazie, ma il problema è proprio arrivare in giardino

    RispondiElimina
  3. La porta abbattuta a calci? Fa molto macho, ma non è per tutti, io mi romperei un piede e resterei fuori casa comunque!!! :))) Dolly

    RispondiElimina
  4. non avevo alternative, avevo lasciato a casa anche il cellulare, non potevo neppure chiamare un fabbro :)

    RispondiElimina
  5. capitava spesso anche a me, poi una volta che è successo avevo la vicina di casa con me e con un bel colpo di fondoschiena me l'ha aperta....da quella volta non ho più dimenticato le chiavi nelle serratura!!!!!

    RispondiElimina
  6. io temo che continuerò, invece :)

    RispondiElimina