lunedì 5 ottobre 2009

Perplessità

Il mio rapporto con la scuola elementare è finito da molto tempo. Da così tanto che adesso non si chiama neppure più così, ma non stiamo qui a sottilizzare. Personalmente ho smesso di andarci più di trent'anni fa e anche il pargolo è approdato ad altri lidi da ormai cinque anni, quindi non so più come sia organizzata, però recentemente mi è capitato di accompagnare una mamma a prendere sua figlia all'uscita della scuola.
Non so come funzioni dalle altre parti, però in quella scuola gli insegnanti fanno uscire i bambini uno alla volta e li trattengono sulla soglia fino a che non hanno individuato un genitore o un suo delegato ufficiale che li sta attendendo nel giardino antistante.
Ecco... A me questa cosa sembra terribile. Può darsi che io sia un ingenuo, o un'anima candida, però questa organizzazione mi pare molto diseducativa. Posso capire che esistano situazioni specifiche nelle quali si sia costretti ad agire in tale modo ma estendere queste modalità alla generalità degli studenti non li aiuta certo ad imparare a gestirsi autonomamente.

7 commenti:

  1. Io non frequento da quattro anni (coi gemelli); purtroppo il problema viene proprio dai genitori! sono più quelli che sono in apprensione per i loro figli che altro... secondo me la scuola ha dovuto adeguarsi, dopo aver subito minacce di denunce e quant'altro... marion

    RispondiElimina
  2. Pensa che io sono rimasta meravigliatissima del contrario! Già al primo giorno di scuola in prima elementare sono usciti senza che la maestra si rendesse minimamente conto di dove e con chi andassero. Un conto è un bambino di dieci anni, altra storia è uno che ha appena terminato l'asilo. E poi non è soltanto un problema di apprensione (come dice Marion), è che oggi di problemi ce ne sono fin tanti. Basta pensare anche soltanto ai genitori separati e non in buoni rapporti e a che cosa potrebbe succedere se uno dei due andasse a prendere il bambino da scuola senza che l'altro sappia nulla. Sono d'accordo con te quando scrivi che bisogna insegnare ai bambini a gestirsi autonomamente ma questa cosa va appresa in modo graduale e tenendo conto delle difficoltà che ci sono oggi, soprattutto nelle città più grandi. Io comunque sono una mamma iper ansiosa, magari non faccio testo :-)

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordissimo con te, mi sono battuta tanto quando il problema mi ha toccata di persona. Trovo anch'io inconcepibile che per pochi tutti debbano pagare. Io volevo sentirmi libera di far tornare mio figlio a casa da solo o di farlo ritirare ai nonni, o alle zie, in base alle MIE esigenze. Mi hanno spiegato che a causa di disguidi avvenuti per figli di separati (in un paese piccolo come il mio saranno sì e no 10 15 bambini) le procedure erano diventate rigide. Non sarebbe stato più semplice far compilare il modulo SOLO a chi aveva esigenze particolari per il ritiro del proprio figlio? Ma siamo in Italia no? L.

    RispondiElimina
  4. concordo con te, in questo modo i nostri figli si ritrovano ad avere dei blocchi nell'autonomia...
    ma a questo le famiglie possono ovviare con la responsabilizzazione da casa...purtroppo la scuola da sola in questi tempi manca di questo stimolo,
    e ne fanno le spese i ragazzini che non crescono e si aspettano sempre la pappa pronta.... quando sarà il momento del passaggio si troveranno in difficoltà!!!

    RispondiElimina
  5. marion: sì, penso anche io che lo spunto iniziale sia stato dato da qualche genitore, ma la scuola dovrebbe avere funzioni educative anche nei loro confronti...
    sogno: quella dei genitori separati è la stessa situazione a cui avevo pensato io per giustificare in qualche modo questo comportamento. al di là di questo mi sembra che sia un atteggiamento iperprotettivo
    l: siamo d'accordo? incredibile... :)

    RispondiElimina
  6. cobaltorosa: già, proprio così

    RispondiElimina
  7. Io in seconda elementare tornavo a casa da sola e così gran parte dei miei compagni di classe. Da bambina andavo sempre in giro senza problemi, ma forse prima il mondo era diverso, era più piccolo, le persone erano meno indifferenti. Se capitava qualcosa la gran parte della gente non faceva finta di nulla, ora invece penso che ognuno badi solo a sé stesso, anche per questo c'è molta più apprensione. Chi lascerebbe un bambino da solo fra adulti che sono certe volte peggio dei bambini? Non so cosa è cambiato, ma davvero le cose non sono più come prima. Ciao! Bluewillow

    RispondiElimina